MENU
» Le notizie della settimana, News » GIORNATE FAI: aperto oggi al pubblico il Comando dell’Aeronautica Militare di Milano

19 Marzo 2016 Commenti (3) Visualizzazione: 2133 Stelle Le notizie della settimana, News

GIORNATE FAI: aperto oggi al pubblico il Comando dell’Aeronautica Militare di Milano

sala Comando Aeronautica
Ieri pomeriggio, in occasione delle Giornate FAI di Primavera 2016, sono state aperte (per la prima volta) le porte al pubblico della storica sede del Comando della 1^Regione Aerea dell’Aeronautica Militare, a Milano. Il nastro è stato tagliato contemporaneamente dal Sindaco Giuliano Pisapia, dal Prefetto Alessandro Marangoni, dal Generale Settimo Caputo e dall’Avv. Matilde Sansalone del Fai-Milano. La sede storica dell’Aeronautica milanese, realizzata nel 1938 e completata dopo la fine della Seconda Guerra mondiale,  è rimasta sostanzialmente immutata e rappresenta una delle sede sttuta spaziale di Samantha Cristoforettioriche più importanti d’Italia. Oltre alle meravigliose sale del Comando progettate negli anni Trenta, dall’ingegnere Secchi, il pubblico potrà vedere le vecchie uniformi dell’aviazione militare (con caschi e equipaggiamenti dell’epoca), ma anche la sofisticata tuta da astronauta di Samantha Cristoforetti. Nei cortili dell’Aeronautica saranno esposti: il Velivolo MB339, il simulatore di volo, un nuovo sistema per il trasporto aereo di pazienti “malati”, la stazione meteo campale, la mostra fotografica e filmati storici.  Non mancheranno, neppure, lecaschi epoca aeronautica
 esibizioni della Fanfara della 1^ Regione Aerea. Sono previste visite guidate sabato e domenica: dalle 10 alle 18, in Piazza Novelli 1. Per entrare è necessario un documento d’identità.
Da non perdere!

3 Domande su GIORNATE FAI: aperto oggi al pubblico il Comando dell’Aeronautica Militare di Milano

  1. Morlacchi Paolo ha detto:

    Buongiorno vorrei sapere se Domenica 20-03-2016 siete aperti al pubblico per la giornata del FAI . Grazie e buona giornata

    • La Redazione ha detto:

      Purtroppo bisognava prenotarsi online sul sito del Fai, o fare direttamente la fila nei luoghi dove eravamo previste le visite. Buona Giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* È richiesta la verifica