MENU
» in evidenza, in primo piano » VACCINAZIONI OBBLIGATORIE E SCUOLA: APPROVATO IL NUOVO DECRETO

7 giugno 2017 Commenti (0) Visualizzazione: 378 Stelle in evidenza, in primo piano

VACCINAZIONI OBBLIGATORIE E SCUOLA: APPROVATO IL NUOVO DECRETO

E’ stato approvato il nuovo piano del Governo che prevede l’obbligo di vaccinazione per gli studenti delle scuole pubbliche e private. Ecco in sintesi i punti fondamentali

Roma, 7 giugno 2017. Come richiesto dal Ministro della salute Beatrice Lorenzin, nelle scorse settimane, oggi è stato approvato il nuovo decreto che prevede l’obbligatorietà di ben 12 vaccini per tutti i bambini e i ragazzi (0-16 anni) delle materne, elementari, medie e superiori delle scuole pubbliche e private. Ci sarà il divieto d’iscrizione per chi non porterà il certificato vaccinale negli Istituti “di ogni ordine e grado”, come scritto nella bozza del Ministero.
I vaccini obbligatori prevedono “l’esavalente” ossia poliomielite, epatite virale B (HBV), infezioni da Haemophilus influenzae B, pertosse e tetano,  quindi difterite a cui si aggiungeranno quelli ritenuti importanti dal Ministero della Salute, come il vaccino per pertosse, morbillo, rosolia, varicella, meningococco e parotite.

Dopo settimane di dibattiti, il Governo ha reso obbligatoria la vaccinazione per i bambini che si iscriveranno a scuola, nell’anno 2017-18, al nido, all’asilo e alle elementari delle scuole pubbliche e private.

Occorre, però, ricordare che i vaccini obbligatori (proposti in Italia e in Europa) contro “malattie gravi” funzionano.  Non ci sono dubbi.
Su quelli facoltativi, come quello contro il Papilloma virus, invece il dibattito continua in Italia e all’estero, su effetti collaterali ed efficacia.
I dati raccolti dall’OMS, pubblicati nella Settimana delle vaccinazioni, che si è svolta dal 24 al 30 aprile 2017 (con lo slogan “I vaccini? funzionano! Proteggono la salute in ogni fase della vita”), offrono tante risposte a chi nutre dei dubbi sulla necessità o meno delle vaccinazioni.

Negli anni c’è stata, infatti, una drastica diminuzione di malattie gravi come la poliomelite, il morbillo, l’epatite B (vedi tabella sotto), che ha evitato migliaia di complicanze e decessi.

Per questo la Settimana delle vaccinazionidai vaccinazioni in ItaliaWorld Immunization Week ( WIW) – in Europa si chiama European Immunization Week (EIW), punta a sensibilizzare la popolazione sull’importanza delle vaccinazioni in tutte le fasi della vita.

In ogni Paese dell’Unione europea però la lista dei vaccini obbligatori e facoltativi è diversa.
Ma l’OMS consiglia a ogni Stato di non abbassare la guardia: la diminuzione delle vaccinazioni sulle malattie gravi nei singoli Paesi può innescare nuove epidemie.

Come confermano i dati sull’aumento dei casi di morbillo in Italia (era arrivato già un avvertimento dall’Organizzazione mondiale della salute): 1400 casi segnalati solo nei primi quattro mesi del 2017 (dopo la Romania, siamo il Paese europeo con più casi).


Il Ministero della salute, per fare chiarezza, ha pubblicato
 on line: il Quaderno del ministero della Salute, un vero e proprio libro sfogliatelle con tutte le info sui vaccini proposti sul nostro territorio.

Dati Epicentro (Il portale dell’epidemiologia per la sanità pubblica) www.epicentro.iss.it

 

Tags: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*