MENU
» Le notizie della settimana, Senza categoria » Dai sprint all’abbronzatura con gli amici della pelle: i carotenoidi!

17 Luglio 2015 Commenti (0)

Dai sprint all’abbronzatura con gli amici della pelle: i carotenoidi!

Per avere una pelle dorata in poco tempo e prevenire i danni dei raggi UV, il consiglio good della giornata delle dottoresse Vanessa Santoro e  Chiara Manzi Culinary Nutritionist, è mangiare tanta frutta e verdura. Soprattutto, ricca di pigmenti rosso/arancio fino a quelli viola/ giallo. In poche parole, fonte di carotenoidi!!

I carotenoidi sono pigmenti vegetali liposolubili deputati alla cattura della luce non assorbita dalla clorofilla e di quella presente in eccesso;  per questo, hanno una funzione foto-protettiva. Si dividono in caroteni e xantofille (tipo la luteina, una sostanza utile a proteggere la vista).

Pelle più protetta con i carotenoidi: ma dove li troviamo?

I prodotti vegetali che ne contengono di più sono: la zucca, la carota, l’anguria, il peperone, il pomodoro, l’albicocca, il mango, ed il melone. 

Le verdure “colorate” meglio crude o cotte?

Bisogna sfatare il mito che consumare verdure e ortaggi crudi sia più salutare. E’ vero che alcune vitamine si degradano velocemente con il calore, ma è sbagliatissimo generalizzare, soprattutto quando parliamo di vegetali! Le cellule vegetali sono avvolte da una parete rigida (la cellulosa) che costituisce la fibra ma che il nostro sistema gastrointestinale non riesce a digerire, per cui molto spesso, la parete deve essere “degradata” meccanicamente, chimicamente o semplicemente mediante la cottura! In questo modo l’organismo umano può accedere più facilmente a vitamine e altri preziosi nutrienti. I casi più eclatanti sono proprio quelli dei vegetali che contengono carotenoidi. Ed ecco qui il caso delle carote e dei pomodori.

Bastano bastano 50 g di carote per soddisfare il fabbisogno giornaliero di Vitamina A (protegge pelle e occhi), ma il loro effetto protettivo aumenta se vengono mangiate cotte ed associate a un grasso (poiché liposolubili). La cottura deve comunque essere breve, preferibilmente al vapore o in padella con Olio extravergine d’oliva.

Idem per il pomodoro: se cotto a lungo e in combinazione con un grasso, riesce a rendere al meglio le sue proprietà antiossidanti, grazie proprio alla presenza di licopene, un carotenoide responsabile del suo colore rosso. (Da uno studio pubblicato nel 2005- http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15927929). Quindi, prima di partire o se siete già in vacanza, non fatevi mancare tanta frutta, tanti sughi e carote ripassate in padella.
La vostra pelle vi ringrazierà!!!

Per saperne di più: culinarynutrition.it

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* È richiesta la verifica

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Iscriviti alla newsletter di 3Goodnews!


Seguici anche su Facebook!

[efb_likebox fanpage_url=”3goodnews” box_width=”500″ box_height=”” locale=”it_IT” responsive=”1″ show_faces=”1″ show_stream=”0″ hide_cover=”0″ small_header=”0″ hide_cta=”0″ ]