MENU
» Le notizie della settimana, Salute » Tatuaggi: vietati alcuni pigmenti

14 Agosto 2015 Commenti (0)

Tatuaggi: vietati alcuni pigmenti

Amate i tatuaggi?  Non siete i soli: solamente in Europa, i fan dei tattoo sono almeno cento milioni. Attenzione, però all’inchiostro utilizzato per lasciare un segno indelebile sulla vostra pelle. Soprattutto,  i colori nero e rosso. I Nas hanno, infatti, scoperto la presenza di funghi e batteri nel 18% degli inchiostri esaminati (su 169 campioni, 29 erano contaminati; i colori più a rischio il rosso e il nero). Per questo il ministero della Salute ha vietato la vendita e l’utilizzo su tutto il territorio degli inchiostri a rischio. Infatti, se i “coloranti” per la pelle non sono sottoposti a una corretta sterilizzazione, oppure provengono da laboratori che usano formule ignote o pigmenti di dubbia provenienza, possono essere pericolosi per la salute. Scatenando infezioni da stafilococchi, streptococchi, pseudomonas ed enterococchi (con sintomi che vanno dal forte prurito, al gonfiore, agli eritemi, a gravi allergie e a choc anafilattico).  Quindi, se volete tatuarvi, rivolgetevi sempre a centri specializzati che offrano garanzia di igiene e, soprattutto, prodotti super certificati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* È richiesta la verifica

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Iscriviti alla newsletter di 3Goodnews!


Seguici anche su Facebook!

[efb_likebox fanpage_url=”3goodnews” box_width=”500″ box_height=”” locale=”it_IT” responsive=”1″ show_faces=”1″ show_stream=”0″ hide_cover=”0″ small_header=”0″ hide_cta=”0″ ]