MENU
» in evidenza, Salute Naturale » BELLEZZA NATURALE – Aloe fresca: come preparare un gel idratante per viso e corpo

18 Novembre 2015 Commenti (0) Visualizzazione: 1116 Stelle in evidenza, Salute Naturale

BELLEZZA NATURALE – Aloe fresca: come preparare un gel idratante per viso e corpo

Basta prendere una foglia di Aloe vera per testare le sue fantastiche proprietà rigenerative.  La naturopata Silvana Gambaro ci spiega come usare la polpa per trasformarla in un efficace gel idratante per viso e corpo.  Ma non solo, anche sfruttare i benefici dell’Aloe Ferox e dell’Aloe Arborescens. 

Esistono 370 varietà di Aloe, ma ne vengono usate solo una decina.  Tra le più famose, c’è l’Aloe vera,  efficace per realizzare, in casa, un ottimo siero anti rughe. Basta acquistare una pianta (da tenere sul balcone, in una zona riparata), tagliare una foglia ed estrarre con cura la polpa appiccicosa da spalmare sul viso e sul corpo. (Nell’Antico Egitto, Nefertiti e Cleopatra,  apprezzavano la polpa di Aloe per mantenere giovane e luminosa la pelle). Ha, inoltre, un effetto cicatrizzante, calma rossori e infiammazioni (ok contro stomatiti e problemi gengivali) e riduce i segni del tempo. La gelatina, usata tutte le mattine rigenera i tessuti, attenua le rughe e migliora elasticità e compattezza della pelle; la sua azione è intensa, profonda e immediata.

Ci sono però altre piante che vale la pena ricordare per il loro effetto benefico sulla salute della donna, come: l’Aloe Ferox, una pianta ricchissima di ferro organico (contenuto nel succo) che aiuta l’organismo ad assorbire questo minerale in modo naturale: è, infatti, l’ideale per chi soffre di anemia (e ha livelli bassi di ferratina).

Un’altra pianta di Aloe è al centro di importanti ricerche scientifiche: l’Arborescens, per la sua possibile azione anti-tumorale. Padre Zago, frate francescano che vive in Brasile, usa da anni l’Aloe Aborescens per curare i malati di cancro, miscelandola con miele e cachaca  (distillato di canna da zucchero).  Questo tipo di Aloe, depura il sangue,  disintossica l’organismo e facilita l’auto-guarigione. Attenzione, non sostituisce le cure proposte dalla medicina tradizionale, ma può agire in sinergia per aiutare l’organismo a combattere la malattia (da leggere, il libro di Padre Zago: Di cancro si può guarire).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*