MENU
» Alimentazione, cibo & ragazzi, in evidenza » CIBO&RAGAZZI: il cioccolato è ok per linea e salute (ma di qualità e poco…)

20 Gennaio 2016 Commenti (0) Visualizzazione: 1203 Stelle Alimentazione, cibo & ragazzi, in evidenza

CIBO&RAGAZZI: il cioccolato è ok per linea e salute (ma di qualità e poco…)

Il cioccolato è uno degli alimenti maggiormente consumati dai ragazzi. Ecco i consigli della nutrizionista per scegliere quello ok per la salute dei più giovani

C’è chi lo preferisce al latte, chi fondente ed è proprio quest’ultimo ad avere maggiori vantaggi per la nostra salute. “Alla base di qualunque tipo di cioccolato c’è il burro di cacao, sostanza grassa di origine naturale, mentre quello che li differenzia è la presenza di altri ingredienti come zucchero o latte che compromettono gli effetti benefici di questo prezioso alimento”, spiega Alessandra Borgo, biologa nutrizionista collaboratrice presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

“Il cioccolato contiene alcune sostanze come la teobromina o i flavonoidi che hanno proprietà diuretiche, vasodilatatorie e antiossidanti che aiutano il corretto funzionamento dell’organismo dei ragazzi”. Ma non solo. Il fondente, essendo ricco di serotonina, è un antidepressivo naturale, ottimo per consolarsi dopo un’interrogazione o una verifica andate male.

Ma allora come scegliere il cioccolato più adatto per la merenda dei nostri figli?
“È fondamentale osservare la percentuale di cacao contenuta – prosegue la nutrizionista -. Se questa è superiore al 70%, è un buon cioccolato. Bisogna poi fare attenzione anche alle etichette. Gli ingredienti sono elencati in maniera decrescente. Se al primo posto troviamo lo zucchero, significa che è un cioccolato di scarsa qualità”.

Largo, invece, alle tavolette che contengono frutta secca, mandorle, nocciole, noci, scaglie di arancia o spezie come lo zenzero e il peperoncino. “Le noci sono ricche di Omega3 e abbassano il colesterolo, mentre le mandorle contengono molto calcio – spiega Borgo -. Ottimo unire la frutta secca al cacao. Attenzione, invece, a quei prodotti a base di cioccolato addolciti con zuccheri e coloranti. È il caso, ad esempio, degli M&M’s, amatissimi dagli adolescenti ma poco salutari”. Il loro consumo deve essere occasionale così come quello dei cioccolatini al latte perché incidono negativamente sul peso degli adolescenti.

“Il cioccolato fa ingrassare ed è per questo che bisogna fare attenzioni alle quantità – conclude l’esperta-. Uno o due quadratini di cioccolato fondente al giorno lontano da pranzo e cena sono consentiti a tutti i ragazzi. Meglio evitare se invece soffrono di gastrite o di reflusso gastroesofageo. Una merenda sana che non è solo una pausa dolce ma regala tanta energia agli studenti nei periodi di stress, come la fine del quadrimestre o durante gli esami”.

Testo di Benedetta Guerriero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* È richiesta la verifica