MENU
» Alimentazione, in evidenza, Ricette Good » RICETTE GOOD – LA PIZZA DI SCAROLE: buona e salutare anche dopo le Feste

8 Gennaio 2016 Commenti (0) Visualizzazione: 1352 Stelle Alimentazione, in evidenza, Ricette Good

RICETTE GOOD – LA PIZZA DI SCAROLE: buona e salutare anche dopo le Feste

La Pizza di Scarole è una preparazione di origine campana ed tipica del menù natalizio tradizionale. Ma è anche un’ottima ricetta da fare tutto l’anno: è, infatti, un piatto unico gustosissimo e ricco di sali minerali e vitamine. La ricetta originale ce la propone Giò, la nostra blogger napoletana…

“Prepararla è molto semplice e gli ingredienti necessari sono principalmente due: l’impasto per la pizza e la scarola. Quest’ultima va condita ed insaporita, in padella, con  l’aglio, l’olio extravergine di oliva, le olive nere, i capperi, l’uva passa, i pinoli e le acciughe sotto sale. Che si sposano molto bene con il sapore delicato della scarola” afferma Giovanna De Sangro. “La pizza di scarole è ottima mangiata appena sfornata, ma è superlativa se gustata fredda il giorno dopo, quando tutti gli ingredienti si sono amalgamati tra loro creando un sapore unico e caratteristico. Per questo motivo, la pizza di scarole è perfetta da portare al lavoro come pranzo e per un pic-nic con i figli (così mangiano le verdure!)”.

LA PIZZA DI SCAROLE SI PREPARA COSÌ

1. Impasto per Pizza (700 grammi)

Per fare la pizza di scarole, dovete preparare l’impasto oppure acquistarlo già pronto in panetteria. Per l’impasto fai da te occorre: acqua, farina, sale e lievito di birra (la pasta va fatta lievitare per almeno un paio di ore, ricoprendola con la pellicola trasparente).  Cliccate qui per avere la ricetta completa.

 2. Preparate il soffritto

 In una padella capiente fate soffriggere a fuoco dolce l’aglio (1 spicchio) con l’olio e le acciughe (3) deliscate e dissalate.

3.  Cuocete la carola (2 cespi grandi)

Appena le acciughe si saranno sciolte unite la scarola e fatela cuocere con il coperchio per circa dieci minuti a fuoco moderato. Se necessario, aggiungete mezzo bicchiere di acqua.

4. Aggiungete gli altri ingredienti

Quando la scarola sarà appassita eliminate il coperchio e unite le olive denocciolate (100 grammi), i capperi (50 grammi) precedentemente dissalati, l’uva passa e i pinoli (60 grammi ciascuno). Proseguite la cottura senza coperchio e a fuoco vivo fino a quando l’acqua di cottura non risulterà perfettamente assorbita.

5. Aggiungete la margarina

Quando l’impasto per la pizza sarà lievitato impastatelo nuovamente aggiungendo la margarina. Quindi, dividete l’impasto in due panetti, uno più grande ed uno più piccolo. Con un mattarello stendete il panetto più grande in una sfoglia di circa 3 mm.

9. Mettete nella teglia e cuocete la pizza

Stendete la foglia nella teglia e aggiungete il ripieno. Quindi ricoprite la pizza con un altro strato di sfoglia. Richiudete bene i bordi e bucherellate la superficie della pizza con una forchetta, dopo averla spennellata con dell’olio. Infornate a 180°C per circa 40 minuti facendo attenzione a non dorarla eccessivamente. Buon appetito!

Altre informazioni e ricette su: Cucineaperte.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* È richiesta la verifica