Home Le notizie della settimana Nuova legge sulle unioni civili: piace a 7 italiani su 10

Nuova legge sulle unioni civili: piace a 7 italiani su 10

by La Redazione

Venerdì è stato approvato, dal Senato, il maxi-emendamento sulle Unioni civili per coppie etero e omosessuali. Stralciata, invece, la norma sulla stepchild, ossia l’adozione del figlio del proprio partner, sia per i componenti di un’unione civile etero che omosessuale.

Secondo il sondaggio di Demos, realizzato da Repubblica:
7 italiani su 10 sono soddisfatti della nuova legge sulle unioni civili, per coppie etero e omosessuali. Solo un elettore su 3 invece approva l’adozione del figlio del partner.

Ecco in breve cosa cambierà, a breve, per le coppie conviventi.

  1. L’unione  civile tra due persone dello stesso sesso può essere registrata in Comune alla presenza di 2 testimoni maggiorenni.
  2. Per l’unione  civile tra due persone di sesso diverso basta l’atto firmato dal notaio.
  3. Per le unioni civili si fa riferimento all’articolo 2 della Costituzione, che riguarda i diritti dell’uomo come singolo ma anche in “formazioni sociali specifiche”. E all’articolo 3 per dare pari dignità e uguaglianza dei cittadini davanti alla legge.
  4. Nelle unioni civili è previsto l’obbligo di assistenza morale e materiale e alla coabitazione (devono avere la stessa residenza).
  5. La coppia può scegliere un cognome comune, se i partner si    lasciano decade tale diritto.
  6. Non c’è obbligo di mantenimento se l’unione civile, in una coppia con partner etero, si rompe. Inoltre, anche nelle unioni stabili non è prevista né eredità né reversibilità della pensione (come invece avviene nel matrimonio). Diversamente è previsto per le coppie gay che hanno diritto a eredità e alla reversibilità della pensione.
  7. Per separarsi: le coppie omosessuali devono rivolgersi all’ufficiale di stato civile; le coppie etero dichiarano con un atto al notaio la fine della loro convivenza.

I nuovi Articoli

Leave a Comment

* È richiesta la verifica