MENU
» Alimentazione, in evidenza, Ricette Good » GOOD RICETTE: TROFIE RUSTICHE ALLA LIGURE

16 Settembre 2016 Commenti (0) Visualizzazione: 1088 Stelle Alimentazione, in evidenza, Ricette Good

GOOD RICETTE: TROFIE RUSTICHE ALLA LIGURE

Come preparare una pasta fresca e gustosa. Senza pesto, ma con pinoli, olive taggiasche e pomodorini secchi…

“Quando si sente parlare di pasta alla ligure si pensa subito al condimento più famoso, cioè al pesto” afferma lo chef Giuseppe Caliri, in arte Fudonero. “Per cambiare vi propongo le trofie rustiche che ho avuto occasione di mangiare, quest’estate, a Pietra Ligure. Ho provato i gigli di pasta, ma si può usare anche la pasta lunga e le trofie. Il passaggio più importante consiste nel tostare i pinoli, per esaltare il sapore del piatto, facendo però attenzione a non bruciarli. Anche l’aglio dà molto gusto: ricordatevi di farlo rosolare nell’olio caldo, non bollente, per qualche minuto e poi toglierlo. Se utilizzate i pomodori secchi, metteteli  2-3 minuti prima a bagno in acqua tiepida, poi tagliateli a pezzetti. E buon appetito a tutti!!!” conclude Fudonero.

COME PREPARARE LE TROFIE RUSTICHE ALLA LIGURE

Tempo: 20 minuti. Ingredienti per 2 persone

1. Tostate i pinoli

Scaldate una padella e tostate i pinoli (30 g), una volta pronti metteteli da parte.

2. Fate il soffritto

Mettete sul fuoco a fiamma bassa una pentola con 4-5 cucchiai di olio e lasciate soffriggere delicatamente uno spicchio d’aglio schiacciato, facendo attenzione a non bruciarlo.

3. Cuocete la pasta

Buttate la pasta (300 g) in acqua bollente salata e cuocetela.

4. Ed ora il condimento…

Togliete lo spicchio d’aglio dalla padella, alzate la fiamma ed aggiungete i pomodorini (100 g), le olive (50 g), i pinoli e fate cuocere.

5. Poi… saltate in padella

Scolate la pasta ricordando di tenere un paio di mestoli di acqua di cottura. Versatela nel condimento, aggiungete il prezzemolo, saltate il tutto e servite. Se dovesse risultare secca aggiungete un po’ per volta l’acqua di cottura.

Per altre info e ricette: www.cucinaperte.it

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* È richiesta la verifica