MENU
» in evidenza, Salute » DENTI DEL GIUDIZIO: TOGLIERLI O TENERLI?

5 Aprile 2017 Commenti (0) Visualizzazione: 2195 Stelle in evidenza, Salute

DENTI DEL GIUDIZIO: TOGLIERLI O TENERLI?

Si cariano prima degli altri oppure rimangono coperti dalle gengive. Ecco perché molti dentisti preferiscono toglierli. Ma è giusto? Consigli e costi 

I denti del giudizio di solito appaiono  tra il 17º e il 25º anno di età; sono gli “ultimi” molari a comparire (terzo molare inferiore, terzo molare superiore, delle due arcate) e sono chiamati anche ottavi.  Nel passato, questi molari “aggiuntivi” avevano il compito di aiutare la masticazione dei cibi crudi e tenaci, ma nel corso dell’evoluzione mandibole e mascelle, avendo a disposizione alimenti  sempre più morbidi e facili da masticare (per cotture e lavorazioni), si sono ridotte di dimensioni lasciando sempre meno spazio ai molari. Nelle nuove generazioni, infatti  spesso i denti del giudizio non compaiono tutti e quattro o del tutto, oppure rimangono sotto le gengive. Secondo una ricerca pubblicata dal Department of Oral Surgery, della Malmö University in Svezia, i denti del giudizio causano problemi di occlusioni, cisti e danni ai denti vicini (su 666 molari, 465  (70%) erano da togliere, secondo lo studio svedese).

Denti del giudizio: toglierli o tenerli?

 Lo abbiamo chiesto al dottor Jacopo Gualtieri, odontoiatra specializzato in chirurgia estetica mucogengivale, estetica dentale e implantologia.

“Oggi la tendenza è quella di estrarre i denti del giudizio fin dall’adolescenza. Quando il dente non si è completamente formato: è più facile estrarlo per il dentista e meno fastidioso per il paziente. Ma anche da adulti, quando dà problemi gengivali o di carie, è opportuno toglierlo: non ha nessuna utilità dal punto di vista funzionale. Non abbiamo bisogno di un terzo molare. Inoltre, come gli studi confermano, c’è un progressivo calo della presenza del dente del giudizio nella bocca dei giovani” .

Come si deve intervenire quando un dente del giudizio è cariato o crea problemi infiammatori?  “Consiglio di togliere il dente in questione, ma anche di estrarre quello corrispondente.  I denti del giudizio vanno estratti in coppia, superiore e inferiore, per evitare che con il tempo, per esempio, quello superiore scenda e danneggi la mucosa della guancia”.

Quanto costa togliere il dente del giudizio?

“Dipende dalla posizione del dente del giudizio. Se è estruso (ossia se è fuori) circa 100-200 euro. Se è ricoperto da una parte della gengiva (metà inclusione) si arriva alle 350 euro. Se invece è totalmente nascosto dalla gengiva si può arrivare alle 500 euro” conclude Gualtieri.

 

 

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* È richiesta la verifica