MENU
» Alimentazione, Antiaging con gusto, in evidenza » LA “NON DIETA”: MANGI BENE E NON INGRASSI PIU’

14 Gennaio 2019 Commenti (0) Visualizzazione: 542 Stelle Alimentazione, Antiaging con gusto, in evidenza

LA “NON DIETA”: MANGI BENE E NON INGRASSI PIU’

Le ricerche confermano: per funzionare una dieta deve durare anni… o anche tutta la vita.  Ma attenzione, non stiamo parlando della classica Dieta dove tutto ciò che è buono deve essere eliminato, ma di un regime alimentare sano, buono ed equilibrato (NON DIETA) che si basa su alimenti ricchi di sostanze benefiche, le migliori modalità di cottura e ricette gustose. Ecco trucchi e ricerche raccolte dalla nutrizionista Chiara Manzi, presidente di Cucina Evolution.

Perché le diete vanno seguite tutta la vita?
“Ce lo svela lo studio della fisiologia delle cellule del grasso corporeo: le cellule adipose si moltiplicano fino all’età dell’adolescenza. Poi non si duplicano più. La cellula grassa ha la funzione di accumulare grasso di riserva e quando mangiamo più del necessario si accresce sino ad un massimo volume oltre il quale non può andare e, a questo volume, blocca la sintesi di grasso.

Questa conoscenza ha portato molti di noi a pensare che si potesse ingrassare fino ad un massimo, aumentando il volume dell’adipocita fino ad un livello estremo, dopo di che, potevamo mangiare quanto volevamo e non saremmo ingrassati ulteriormente”.

Ma, ahimè, non è così.

“La riserva energetica è una cosa troppo importante per la vita di una spe- cie e l’evoluzione ha messo nel tessuto adiposo delle cellule particolari,dette cellule staminali, capaci, non solo di moltiplicarsi, ma di differenziarsiin nuovi adipociti.

Quando mangiamo più del necessario inizialmente le cellule grasse aumentano di volume e poi si generano nuove cellule grasse capaci di immagazzinare il grasso in eccesso.

Al momento della dieta, riduciamo la quantità del nostro grasso con la restrizione energetica e possiamo perdere peso anche molto velocemente ma, considerando che la vita di una cellula adiposa è di circa 6-8 anni, devono passare almeno 6 anni prima di riuscire a distruggere le cellule grasse generate dall’aumento di peso!”.

Quanto deve durare una dieta?
“Impieghiamo poco tempo a diminuire il volume degli adipociti e quindi a dimagrire, se la restrizione calorica è importante, ma dobbiamo poi stare a dieta per 6-8 anni per riportare le nostre cellule ad un numero normale. Se sospendiamo la dieta prima di 6 anni, i numerosi adipociti riprendono il loro normale volume riportandoci ad un eccesso di grasso. Per questo non è difficile perdere peso e massa grassa ma è difficile non ingrassare”.

Ecco perché le diete non funzionano: quando ingrassiamo entriamo in una situazione difficilmente reversibile!

COME RISOLVERE IL PROBLEMA?

“L’unica dieta che funziona è la “Non dieta”! L’unica soluzione è imparare a cucinare i piatti che più ci piacciono con meno calorie, grassi, zucchero esale e più antiossidanti, fibre, minerali e vitamine. E con più gusto”.

Ecco i 10 segreti per stare in forma (o dimagrire) e sentirsi soddisfatti e sazi.

1. Non saltate mai la colazione o il pranzo: illudendosi di mangiare meno, si arriva al pasto successivo molto affamato. Recuperando così  il peso perduto… con gli interessi.

2. Iniziate con 2 grossi bicchieri di acqua la colazione, il pranzo e la cena. Se preferisci puoi bene anche delle tisane o delle acque aromatizzate. L’acqua contribuirà a facilitare la digestione e a far distendere le pareti dello stomaco inviando al cervello un segnale di sazietà.

3. A pranzo e cena, la prima portata deve essere un grosso piatto di verdura (250 g o 70 g se si tratta di verdure crude in foglia) condito con un cucchiaio di olio o con i condimenti. La verdura insieme all’acqua dona un senso di pienezza a lungo termine per cui vi sentirete sazi fino al pasto successivo. Inoltre la fibra in essa contenuta rallenta e in parte riduce l’assorbimento di grassi e zuccheri facendo uno sconto sulle calorie del pasto!

4. 20 minuti prima dei pasti mangiate un frutto con due bicchieri di acqua. Ricordatevi che il senso di sazietà scatta dopo 20 minuti dall’inizio del consumo di cibo. Arriverete a tavola meno affamato e potrete gustare meglio il pasto!

5. Mangiate lentamente, degusta i cibi sentendone i profumi e i sapori. Masticate bene per godere appieno del cibo e distinguete bene i gusti dei diversi ingredienti. Se potete mangiate sempre in compagnia, per accompagnare il cibo con una bella conversazione. Mangiare davanti alla Tv, guidando o in piedi al bar diminuisce il senso di sazietà!

6. Portate il pane a tavola con la seconda portata. Lo consumerete con maggiore moderazione perché sarete già sazi.

7. Aggiungete curcuma e pepe nero alle vostre preparazioni culinarie: un cucchiaino di curcuma al giorno, abbinato al pepe nero, blocca la formazione di cellule grasse!

8. Consumate legumi almeno 3 volte a settimana: contengono vitamine che ci aiutano a bruciare il cibo che mangiamo. Per mantenerle nel piatto segui i consigli del cap. 9

9. Vino e birra: alta qualità, moderata quantità! Concedetevi 1 bicchiere di buon vino a pasto (150 ml) o di birra (330 ml). Per le donne dose dimezzata!

10 Dolci si, ma Evolution, per realizzare un Tiramisù che abbia le stesse calorie di una mela. Si può!!!! (Scoprite le ricette più gustose ma con poche calorie sul sito www.cucinaevolution.it o nel libro di Chiara Manzi: Cucina Evolution – Buona da Vivere – In forma senza dieta).

Buona NON DIETA a tutti!!!!

 

 

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* È richiesta la verifica