MENU
» Le notizie della settimana, Salute, Senza categoria » IL “MIMA DIGIUNO” PER COMBATTERE LE MALATTIE INTESTINALI

12 Giugno 2019 Commenti (0) Visualizzazione: 190 Stelle Le notizie della settimana, Salute, Senza categoria

IL “MIMA DIGIUNO” PER COMBATTERE LE MALATTIE INTESTINALI

Uno studio scientifico, basato sul Programma Mima Digiuno, dà nuove speranze ai malati affetti dal Morbo di Chron e dalla Colite ulcerosa

Dolori addominali, dissenteria, malassorbimento dei nutrienti, sono solo alcuni dei sintomi delle malattie infiammatorie acute e croniche dell’intestino.
Fino ad oggi, le cure sono state essenzialmente farmacologiche, ma uno studio basato sul Programma Mima Digiuno (PMD), e pubblicato sulla prestigiosa rivista Cell Reports, ha prodotto effetti positivi negli animali affetti da malattie infiammatorie intestinali.
Lo studio”Fasting-Mmicking Diet Modulates Microbiota and Promotes Intestinal Regeneration to Reduce Inflammatory Bowel Disease Pathology” realizzato dal Prof. Valter Longo e dalla sua equipe di ricercatori della University of South California, ha analizzato gli effetti dell’evoluzione dell’infiammazione in topi con Malattie Infiammatorie Croniche intestinali (MICI), dopo averli sottoposti a 2 cicli, di 4 giorni ciascuno, di PMD (Programma Mima Digiuno).
Il risultato? Una riduzione dei sintomi associati alla patologia, una maggiore rigenerazione dell’epitelio intestinale (grazie all’attivazione delle cellule staminali), un miglior controllo della risposta immunitaria e un aumento dei batteri buoni intestinali (Lactobacilli e Bifidobatteri).

L’intestino si ammala nei Paesi moderni

Le malattie infiammatorie intestinali sono in aumento nei Paesi industrializzati. Si calcola che, solo in Italia,  le persone che ne soffrono siano 200 mila. ” Le terapie per la cura di queste malattie – ha sottolineato il Prof. Giorgio Sesti, professore ordinario di Medina Interna dell’Università Magna Grecia di Catanzaro – utilizzano attualmente prodotti cortisonici, immunosopressori e antibiotici con l’obiettivo di ridurre lo stato infiammatorio intestinale, inibire il sistema immunitario e contrastare i batteri intestinali nocivi. Non essendo ancora stata individuata una cura specifica”.

Ma ora, grazie ai risultati scientifici basati su “un’alimentazione controllata” le persone affette dal Morbo di Chron e colite ulcerosa possono sperare in una terapia più efficace, meno invasiva e risolutiva. La Clinica di Genova sta infatti portando avanti uno studio clinico che prevede proprio il Mima Digiuno su un gruppo di pazienti con malattie infiammatorie intestinali acute e croniche, in modo da determinarne l’efficacia sull’uomo.

Ma cos’è il PMD?

Il Programma Mima Digiuno è un protocollo alimentare ipocalorico che riproduce gli effetti di un totale digiuno e favorisce una riprogrammazione cellulare, capace di aiutare il nostro corpo a combattere le infiammazioni che ci fanno ammalare e invecchiare precocemente. Si base su un regime alimentare vegetale da seguire per 5 giorni, da ripetersi in modo costante nel tempo. Per questo motivo, il Mima digiuno ha un impatto positivo sulla longevità, tema su cui il prof. Longo ha dedicato anni di studi (autore di due libri, raccolti in un unico volume: “La dieta della Longevità – Alla Tavola della Longevità – Antonio Vallardi Editore). La prestigiosa rivista Time, ha inserito tra i 50 personaggi più influenti del 2018 nell’ambito della salute, lo scienziato italiano: il prof. Longo è il Direttore dell’Istituto di Longevità della University of Southern California (USC) e Group Leader IFOM (Istituto FIRC di oncologia molecolare) di Milano dove coordina un team di ricerche concentrato sul rapporto tra longevità e cancro.

 

 

Tags: ,

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* È richiesta la verifica