MENU
» in evidenza, Novità dalla ricerca, Salute, Salute » SALUTE RAGAZZI: IN AUMENTO LA CIFOSI PER PC & TABLET

19 Giugno 2019 Commenti (0) Visualizzazione: 177 Stelle in evidenza, Novità dalla ricerca, Salute, Salute

SALUTE RAGAZZI: IN AUMENTO LA CIFOSI PER PC & TABLET

In dieci anni aumentati del 700% i casi di cifosi. Responsabili tablet, smartphone e Pc

Posture scorrette possono essere associate all’eccessivo uso di dispositivi tecnologici. L’uso di tablet, pc, smartphone è responsabile in moltissimi casi della cifosi, condizione che interessa la colonna vertebrale del bambino, maschio o femmina, che non riesce a mantenere la posizione eretta del tronco e delle spalle, sia seduto sia in piedi. È del 700% l’aumento di casi registrati nelle scuole medie inferiori negli ultimi dieci anni.

Sono dati emersi, oggi, durante l’incontro a Milano su: “Il futuro delle ossa si costruisce da bambini, presentati dalla SIOT (Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia) .

Un appuntamento per ricordare come alcune patologie che, se non curate nell’infanzia, possono compromettere la salute futura dell’intero scheletro. Dalla scoliosi alla lordosi, dalla lussazione congenita dell’anca al ginocchio valgo fino al piede piatto:  le patologiche sono tante e  richiedono un intervento tempestivo in età infantile.

“È fondamentale, per qualsiasi disturbo interessi le ossa e le articolazioni, rivolgersi allo specialista, l’ortopedico – ha commentato il Professor Francesco Falez, Presidente SIOT.

Inoltre, per quanto riguarda la cifosi: Il numero eccessivo di ore giornaliere che, fin dai 3-4 anni, i bambini trascorrono piegati in avanti sui ‘babysitter elettronici’ è causa di questo disturbo troppo spesso sottovalutato. Fondamentale, in questi casi, è una diagnosi precoce. Mentre in fase iniziale è possibile intervenire con rieducazione motoria e ginnastica appropriata, in fase avanzata è necessario far indossare al bambino il busto ortopedico. Nel caso in cui la diagnosi arrivi troppo tardi, poi, si deve ricorrere alla chirurgia” ha commentato il Professor Carlo Ruosi, Professore di Ortopedia e Traumatologia Università Federico II, Napoli – Responsabile del Centro Scoliosi.

Se la ginnastica medica è il rimedio della cifosi diagnosticata in fase iniziale, non si può affermare lo stesso per la scoliosi, patologia causata da una predisposizione genetica caratterizzata da una deformità a ‘S’ della colonna vertebrale che di solito colpisce le bambine tra i 10 e i 14 anni di età. In questo caso, infatti, la SIOT sottolinea come l’unico trattamento appropriato consista nell’applicazione del busto ortopedico.

Altro disturbo che interessa gli arti inferiori è il ginocchio valgo, molto frequente intorno ai 3 anni di età. Si tratta di una deviazione assiale degli arti inferiori che si manifesta con un aumento dell’angolo femoro-tibiale (fenomeno gambe a X). La causa è da attribuirsi ad uno squilibrio transitorio dell’attività delle cartilagini di accrescimento distale del femore e prossimale della tibia. Nel 98% dei casi tale condizione si risolve spontaneamente entro i 7-8 anni di età. La diagnosi differenziale deve essere posta con alcune malattie rare quali displasie scheletriche e affezioni endocrine o metaboliche. Rivolgersi ad un ortopedico è, dunque, fondamentale per porre una diagnosi corretta.

Ma non solo, nel bambino può manifestarsi il piede piatto, condizione in cui l’arco longitudinale del piede, valutato sotto carico (in piedi), si presenta più basso della norma o addirittura assente. Generalmente è presente in forma transitoria nei primi anni di vita di numerosi bambini. Pertanto, quando il piede piatto si manifesta durante questo periodo, deve essere considerato fisiologico.
Il piede piatto patologico si manifesta dopo i primi 6-7 anni di età, è spesso familiare e può essere associato ad un’ ipotonia muscolare. È generalmente asintomatico, mentre nei rari casi in cui si manifesta in forma dolorosa è necessario eseguire un trattamento specifico che può essere conservativo mediante l’utilizzo di plantari o nei casi più gravi di intervento chirurgico.

Per altre info:
SIOT- Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia-  www.siot.it

https://drive.google.com/file/d/1zxKUyq82sC2hisNKA0vtG6IYnvDVdeNg/view?usp=sharing

 

 

 

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* È richiesta la verifica