MENU
» Alimentazione, in evidenza, in primo piano, Salute » IL DIGIUNO INTERMITTENTE PER DIMAGRIRE DOPO LE FESTE

10 Gennaio 2020 Commenti (0) Visualizzazione: 731 Stelle Alimentazione, in evidenza, in primo piano, Salute

IL DIGIUNO INTERMITTENTE PER DIMAGRIRE DOPO LE FESTE

Le ricerche sostengono che un digiuno breve e controllato può servire ad “alleggerire” il lavoro del fegato e tenere sotto controllo il peso corporeo. Dopo appena 8 ore di digiuno, infatti,  il fegato usa le riserve di zucchero che ha accumulato per rifornire di energia il corpo, bruciare molte più calorie, allertare le difese immunitarie e stimolare la produzione di importanti ormoni e neurotrasmettitori necessari al miglioramento delle nostre performance fisiche e mentali. Eliminando, inoltre, velocemente i chili accumulati durante le Festività.

IL DIGIUNO BREVE (12 ORE) E QUELLO INTERMITTENTE FUNZIONANO
PER DIMAGRIRE DOPO LE FESTE

Per depurare l’organismo e dimagrire dopo le Feste provate a ridurre il numero dei pasti o ad accorciare l’arco di tempo tra il primo e l’ultimo pasto della giornata. “Attenzione, però, il digiuno delle 24 ore, o anche solo saltare un pasto, non deve diventare un’abitudine. Va fatto al massimo una volta a settimana” afferma il dottor Sergio Benso biologo e nutrizionista*. “Per dimagrire e disintossicarsi bisogna imparare a mangiare bene tutti i giorni, prevedendo colazione, pranzo e cena, ed eventualmente uno spuntino”.
Ecco due diverse soluzioni di “mima digiuno” per dimagrire e depurarsi.

  • CONCENTRATE I PASTI IN 6-8 ORE
    La regola più restrittiva prevede di concentrare i due pasti principali e uno spuntino in arco temporale di 6-8 ore, in modo da restare a digiuno per molte ore di seguito, ossia dall’ultimo pasto alla colazione del giorno dopo. Per alcuni nutrizionisti, va bene anche se finite di cenare alle 20,30 e fate colazione alle 9,30, per restare a digiuno per almeno 12 ore consecutive. Sarebbe meglio anticipare la cena di un’ora o posticipate la colazione per aumentare il tempo di digiuno notturno, in modo da arrivare a 14 ore per avere un effetto brucia-grassi più importante.  È consigliata, inoltre, una dieta povera di proteine animali e di zuccheri semplici, ma ricca di alimenti vegetali.
  • SOLO 1-2 GIORNI DI  DIGIUNO INTERMITTENTE
    È il digiuno più amata da attori e ballerini. Il digiuno intermittente alterna periodi brevi senza cibo ad altri in cui si può mangiare normalmente. Infatti, permette un’alimentazione libera per 5 giorni (senza esagerare con quantità e carboidrati semplici) e per 1-2 giorni, non consecutivi, a ridotto introito calorico. Le 500 calorie circa concesse nei giorni di semi-digiuno sono fornite solo da verdura cotta e cruda, condite con un cucchiaio di olio d’oliva a pranzo e a cena, mentre la colazione prevede due-tre noci e una tazza di latte. 
  • Ecco i benefici:  1) Stimola il metabolismo (aumentando il cortisolo). Dopo 6-8 ore senza cibo, il corpo brucia le riserve di glicogeno presenti nel fegato e, una volta consumate, intacca i depositi di grasso. Se il digiuno non supera le 24 ore non produce corpi chetonici in concentrazioni dannose per il corpo. 2) Favorisce la produzione di ormoni, come quello della crescita, dalla potente azione anabolizzante che favorisce lo sviluppo delle fibre muscolari. 3) Aumenta la produzione di globuli bianchi e di anticorpi (attivati dal digiuno), potenziando così la resistenza del corpo alle malattie. Il digiuno intermittente va fatto sotto il controllo di un medico nutrizionista, obbligatorio in presenza di patologie quali il diabete o di malattie metaboliche.Bisogna però ricordare per dimagrire bene e a lungo occorre sempre consultare un nutrizionista esperto. Per evitare di stressare mente e corpo. Buon rientro a tutti!!!

 

*Con la consulenza del dottor Sergio Benso biologo e nutrizionista, collabora con il Centro di medicina dello sport di Rapallo (sebe67@gmail.com).

Tags: , , , ,

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* È richiesta la verifica