MENU
» Happy Life, in evidenza, in primo piano, Le notizie della settimana » PER ESSERE PIU’ FELICI… CAMMINATE

22 Maggio 2020 Commenti (0)

PER ESSERE PIU’ FELICI… CAMMINATE

“In ogni passeggiata nella natura, l’uomo riceve molto di più di quelli che cerca” afferma John Muir, padre dell’ambientalismo. Provare per credere, soprattutto dopo l’emergenza Coronavirus.  Nella fase 2, aiuta a ritrovare serenità, coraggio e anche il ritmo giusto (di cuore e polmoni) soprattutto se diventa il nostro appuntamento quotidiano per camminare almeno 4-5 chilometri. In mezzo al verde… per ritrovarsi e ritrovare odori, colori di alberi e piante e il contatto diretto (finalmente) con la terra.
Camminare rende più forte il corpo, migliora la mobilità di anche, caviglie e ginocchia (messe a dura prova dalla sedentarietà forzata a casa), rinforza la muscolatura di schiena, addome e spalle. Ma soprattutto calma la mente, riduce ansia e stress, migliora memoria e concentrazione. L’elenco dei benefici è lunghissimo e non ci sono controindicazioni  (se non in presenza, ovviamente, di specifiche patologie). Vale la pena iniziare a camminare, tutti i giorni, nei parchi cittadini, in montagna, in campagna, ma anche al mare. A voi la scelta!

 

CAMMINARE FA BENE AL CORPO…
Camminare è un gesto naturale, ma è meno faticoso se:

Mantenete la schiena dritta e le spalle rilassate. Il piede va appoggiato a terra, eseguendo un movimento dolce di “rullata” tallone-pianta-dita e bilanciando il peso del corpo tra i due piedi.

– Iniziate con brevi passeggiate nel parco vicino a casa o in zone poco trafficate. Sfruttate il weekend o le vacanze per camminare in mezzo alla natura (campagna, in spiaggia…), scegliendo, all’inizio, terreni pianeggianti, ma poi con leggeri dislivelli, per ottenere maggiori benefici. Sono fondamentali scarpe morbide e adatte alla camminata (leggi box).

– Scegliete l’andatura giusta per voi. Ossia, quella che vi permette di avere spalle e schiena “rilassate” e di poter parlare tranquillamente con un’amica. Potete aumentare l’andatura, via via che vi sentite a vostro agio. Non strafate, soprattutto le prime volte, se non volete accusare dolori a piedi, ginocchia e schiena.

Aumentate, progressivamente, durata e intensità della vostra passeggiata sportiva. L’ideale, sarebbe arrivare camminare almeno un’ora, a un buon passo, oppure 40 minuti per una camminata veloce; perfetta per chi vuole dimagrire velocemente e potenziare fiato e resistenza.

CAMMINARE CALMA LA MENTE
Siete stressate e nervose? Provate la “Meditazione in movimento”. Fu ideata dallo stesso Buddha, dopo il suo risveglio, per percorrere le varie regioni dell’India.
“Meditare-camminando” aiuta a disciplinare la mente, riorganizzare i pensieri e a trovare soluzioni inaspettate. S’inizia concentrandosi sui movimenti che compie il nostro corpo mentre esegue un passo dietro l’altro, a partire dai piedi.
Focalizzatevi, quindi, prima sul tallone, poi sulla pianta del piede e infine sulle dita che toccano terra. Quindi, percepite il peso del corpo che cambia a secondo di come appoggiate il piede a terra. Quindi, portate l’attenzione alle caviglie, ai polpacci, alle ginocchia, alle cosce e al bacino. Poi alla schiena, al petto, alle spalle, alle braccia che si muovono e al collo e alla testa. Registrate nei minimi dettagli, anche le sensazioni, le emozioni e i pensieri che provate. Eliminando quelli ricorrenti e negativi.
Provate anche a ripetere un mantra o una preghiera mentre camminate (chi ha percorso tanti chilometri sul Cammino di Santiago o della Via Francigena lo fa) perché aiuta a sopportare la stanchezza e a calmare i pensieri che affollano la mente. Si trova il ritmo giusto e ci si sente in pace con se stessi. Scegliete voi la “preghiera”o  la frase che vi dà gioia e serenità, ma anche un semplice grazie alla vostra vita!

Buona camminata a tutti!

 

 

Tags: , , , ,

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* È richiesta la verifica