Home in evidenza L’impatto dei dispositivi digitali sul sonno degli adolescenti: lo studio

L’impatto dei dispositivi digitali sul sonno degli adolescenti: lo studio

I nuovi dati hanno evidenziato un quadro preoccupante: un adolescente su cinque soffre di insonnia e una notevole percentuale di giovani va a letto tardi

by La Redazione

 

Con l’era digitale ben radicata nella nostra quotidianità, non sorprende che smartphone e computer influenzino diversi aspetti della nostra vita, incluso il sonno degli adolescenti. Un recente studio condotto dall’associazione “Riaccendi il Sorriso” e presentato a DIDACTA 2024 rivela dati preoccupanti: un adolescente su cinque soffre di insonnia, e una notevole percentuale di giovani va a letto tardi, influenzando negativamente la qualità del loro riposo.

Questi problemi non solo riguardano la capacità di addormentarsi e la sonnolenza diurna, ma estendono il loro impatto sull’attenzione in classe, l’umore e persino le prestazioni sportive. Con oltre il 50% degli adolescenti che sperimenta sonnolenza durante il giorno, è chiaro che il fenomeno merita attenzione.

Il sondaggio condotto tra ragazzi dai 10 ai 14 anni è supportato da VIVISOL, azienda leader nel settore delle cure domiciliari, ed utilizza strumenti validati a livello internazionale per analizzare in dettaglio le abitudini di sonno. Il dottor Luigi Ferini-Strambi, noto neurologo e specialista del sonno presso l’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano, sottolinea l’importanza di interventi tempestivi: “Intervenire sulle cattive abitudini legate al sonno in giovane età è fondamentale per prevenire complicazioni future come i disturbi del sonno in età adulta.”

Oltre ai rischi a breve termine, problemi come la sindrome delle apnee ostruttive del sonno (Osas) possono iniziare a manifestarsi già durante l’adolescenza. Questa condizione, caratterizzata dalla chiusura ripetuta delle vie aeree durante il sonno, non solo riduce l’ossigenazione del sangue ma aumenta anche il rischio di sviluppare patologie cardiovascolari gravi.

In risposta a questi dati allarmanti, l’associazione “Riaccendi il Sorriso” promuove un uso consapevole dei dispositivi digitali e incoraggia attività alternative come lo sport, che non solo migliora la salute fisica ma offre anche un’efficace alternativa alla dipendenza tecnologica.

Con la crescente dipendenza dalla tecnologia, è essenziale adottare un’igiene del sonno salutare per garantire che i nostri giovani non solo riposino bene, ma vivano anche una vita più sana e produttiva.

I nuovi Articoli

Leave a Comment

* È richiesta la verifica