Home Alimentazione L’acqua giusta per il tuo corpo: guida completa alla scelta

L’acqua giusta per il tuo corpo: guida completa alla scelta

Scopri quale tipo di acqua è più adatto a te e ai tuoi disturbi: più ricca di calcio, povera di sodio o ideale per chi fa sport

by La Redazione

Bere tanta acqua non solo aiuta a sopportare le alte temperature, ma favorisce il benessere fisico e mentale. L’acqua non è tutta uguale, varia infatti il residuo secco e la quantità di minerali in essa disciolti. Ok all’acqua del rubinetto, ma nel caso in cui il nostro corpo necessiti di un’idratazione specifica ( più ricca di calcio se si soffre di osteoporosi), magnesio o potassio (per regolare la pressione), oppure “più leggera” se si soffre di calcoli, può essere utile conoscere le alternative in bottiglia e scoprire le fonti naturali, Per tutti, vale la regola di bere almeno 1 litro e mezzo al giorno, da aumentare però se si fa sport o se si viaggia in condizioni di caldo e afa eccessivi. Nella scelta dell’acqua giusta per grandi (in salute o con qualche disturbo specifico) e piccini, ecco quello che c’è da sapere prima di riempire il bicchiere!

Acque minimamente mineralizzate:

hanno un residuo secco al di sotto dei 50 mg per litro. Contengono pochi minerali utili all’organismo, sono leggere e stimolano la diuresi. Sono indicate a chi soffre di ipertensione o calcolosi.   

 

Acque oligominerali: 

sono circa il 65% di quelle in commercio.  Hanno un residuo secco compreso tra 50 e 500 mg/l. Mantengono la giusta quantità di sali minerali utili all’organismo. Stimolano la diuresi (contenendo poco sodio) e prevengono la formazione dei calcoli. Vanno bene per chi fa una vita sedentaria o mediamente attiva.

 

Acque medio-minerali: 

hanno un residuo secco compreso tra 500 e 1500 mg/l. Apportano una maggiore quantità di sali minerali utili all’organismo. Sono ok per chi fa una vita attiva, gli sportivi, i ragazzi in fase di crescita, le donne in gravidanza e gli anziani.

 

– Acque ricche di sali minerali:

possono avere un residuo secco superiore a 1500 mg/l. Per la quantità di sali disciolti sono consigliate (dal medico) in presenza di effettive carenze di alcuni importanti sali minerali nell’organismo.

 

 L’ACQUA GIUSTA PER TE

Ogni acqua ha delle specifiche proprietà e grandi benefici. Ecco gli effetti dell’idratazione con la sorgente giusta se sei uno sportivo, digerisci male o soffri di osteoporosi.

– Bicarbonate accelerano lo svuotamento gastrico e favoriscono l’attività esogena pancreatica: sono indicate per gli sportivi (il bicarbonato ha, infatti, un effetto tampone sull’acido lattico).

– Clorurate, che stimolano le vie biliari e il fegato, non vanno bene per chi soffre di ipertensione.

– Calciche sono utili in tutti i casi di aumentato fabbisogno di calcio: sono adatte a chi fa sport, alle persone con osteoporosi e osteopenia,  durante la gravidanza e l’allattamento.

Magnesiache rilassano, agiscono come antistress e migliorano la funzionalità intestinale (sono indicate perchi soffre di stitichezza).

Le acque solfate agiscono su alcuni ormoni, sono indicate per chi soffre di colon irritabile e affaticamento del fegato. Hanno un’azione leggermente lassativa.

– Le acque a basso contenuto di sodio (< 50 mg/l) sono indicate per chi deve seguire un regime iposodico (soggetti ipertesi, in terapia farmacologica, con malattie renali). Non sono indicate a chi ha bisogno di reintegrare i sali persi con l’eccessiva sudorazione (sportivi, ambienti caldi…).

Leggi anche CALDO: BERE TANTA ACQUA DA SPRINT AL CERVELLO

I nuovi Articoli

Leave a Comment

* È richiesta la verifica