Home Alimentazione Pasta o riso a cena? Ecco i consigli per non ingrassare

Pasta o riso a cena? Ecco i consigli per non ingrassare

Scoprite come e quanta pasta e riso mangiare la sera senza ingrassare, grazie ai consigli dei nutrizionisti

by La Redazione

Dimagrire mangiando la pasta e il riso la sera? Si può, lo affermano i nutrizionisti, nonostante molte diete mettano ancora al  bando i carboidrati, nel pasto serale.
Ma non solo, secondo una  ricerca apparsa sulla rivista scientifica Lancet, chi mangia la pasta vive meglio e più a lungo. Inoltre, non incidono sulla  linea, basta rispettare però alcune semplici regole e fare attenzione alle porzioni e agli abbinamenti.

I carboidrati la sera fanno ingrassare? Ecco i consigli…

L’ideale sarebbe cenare presto, tra le ore 19 e le 20. Ma, spesso, si inizia a mangiare alle ore 21, con il rischio di andare a dormire con il pasto sullo stomaco.

– Meglio puntare su una cena leggera e ricca di sostanze nutritive preziose e su alimenti che si digeriscano in fretta, come i carboidrati (pasta, orzo, riso e cereali integrali).

Pasta e riso: sono ok, ma a cena occhio alle porzioni equilibrate. Soprattutto per chi non mangia la pasta a pranzo, sostituendola con insalate, panini e spuntini al bar. Inoltre, “dissociare proteine e carboidrati (come pretendono molte diete) in un pasto è quasi impossibile, dato che in un piatto di pasta e in tutti i cereali sono contenuti entrambi i macronutrienti” afferma Chiara Manzi, nutrizionista e massima esperta di Culinary Nutrition in Europa. (www.cucinaevolution.it). Inoltre, la pasta e il riso sono ricchi di triptofano, che aiuta il rilassamento mente-corpo e facilita il sonno.

  • I carboidrati si digerisco in fretta e allungano l’aspettativa di vita rispetto a chi li evita (i fan delle diete iperproteiche). E non si ingrassa!

Dimagrire mangiando pasta e riso la sera: è possibile? Sì, se….

  • Prendete l’abitudine di iniziare la cena con una porzione di verdure crude a foglie verdi, tipo cappuccina, lollo o songino (valeriana), che ha un effetto rilassante.-
    Potete scegliere tra pasta, riso, orzo, farro, polenta o gnocchi. Da ripassare a fuoco alto con un cucchiaino di olio extravergine (che contiene grassi buoni che riducono l’assorbimento degli zuccheri e limitano la secrezione di insulina da parte del pancreas).
    La pasta va cotta al dente e poi ripassata in padella con le verdure cotte, precedentemente, con un cucchiaio di olio extravergine e un po’ di acqua (ma non bollite, perché perdono alcune importanti proprietà) e l’aggiunta di sale e spezie (curcuma, zenzero…). Potete scegliere tra zucchine, pomodori, melanzane, verza, zucca, fagiolini, cicoria, cima di rape…
    Il riso andrebbe sempre abbinato a verdure dal sapore amaro (che depurano e aumentano la diuresi). Le fibre delle verdure abbassano l’indice glicemico del riso: infatti, un piatto preparato con 100 g di riso e 200 g di carciofi è assorbito meno (circa il 20%) rispetto a un piatto di semplice riso in bianco.
    Evitate il pane, se mangiate un piatto di pasta, riso o cereali. Lo stesso vale per cracker e grissini, che fanno lievitare il girovita.-
    Saltate il dolce a cena, se non volete alzarvi da tavola con la pancia gonfia e un senso di pesantezza. Idem la frutta a fine pasto; meglio mangiarla prima di cena o, ancora meglio, nel tardo pomeriggio
    .- È consentito solo un bicchiere di vino rosso a cena (120 ml): è un carboidrato ed è meglio non aggiungerlo se già si porta a tavola  la sera una porzione di pasta o riso.

Quanto tempo ci vuole per digerire la cena?

Ecco quanto tempo ci vuole per…

  • Riso e  pane bianco. si impiegano 1-2 ore

  • Carote e patate lesse, carne magra,

    pasta e uova strapazzate  2-3 ore

  • Tonno affumicato, cetrioli, peperoni, funghi e lardo 5-6 ore

    – Cavoli, maiale, pesci grassi e cavolfiori circa 6-7 ore.

 

I nuovi Articoli

Leave a Comment

* È richiesta la verifica